Calcestruzzi Ericina Libera Via Francesco Culcasi, 1, 91100 Trapani, Italia

RECUPERO MATERIALI INERTI
PRODUCE E VENDE AGGREGATI RICICLATI

La Società Cooperativa Calcestruzzi Ericina Libera è nata ai fini del testo unico antimafia con assegnazione tramite contratto di affitto dei beni industriali da parte dell’Agenzia Nazionale dei Beni sequestrati e confiscati alla cooperativa dei lavoratori, dopo la confisca alla mafia dell’azienda Calcestruzzi Ericina nel giugno 2000.
Il settore di attività è quello dell’edilizia e nello specifico produzione e vendita di conglomerato cementizio nonché riciclaggio dei rifiuti edili provenienti da lavori di costruzioni e demolizioni. Dal 2008, la Cooperativa produce e vende aggregati riciclati attraverso l’utilizzo dell’impianto di riciclaggio denominato R.O.S.E. (Recupero Omogeneizzato Scarti Edilizia).

Paese : Italia
Regione : Sicilia
Città : Trapani
Tipo di realtà : Profit
Attività : Materia prima seconda
Target : B2B
Numero dipendenti : 0-14
Anno avvio attività : 2008
Anno riconversione : 2011

La Calcestruzzi Ericina Libera Soc. Coop. dall’attività di recupero dei rifiuti speciali non pericolosi provenienti da costruzioni e demolizioni, macerie edilizie in genere, ma anche scarti industriali, rifiuti di cava e similari (terra e roccia da scavo), produce aggregati riciclati (aggregati di natura inerte come sabbie, pietrisco, etc.) attraverso l’impianto specializzato R.O.S.E. e ottiene diversi sottoprodotti:

  • Sabbia R.O.S.E.
  • Pietrisco R.O.S.E. N.1
  • Pietrisco R.O.S.E. N.2
  • Pietrisco R.O.S.E. N.3
  • Breccia R.O.S.E. 28/80
  • Stabilizzato R.O.S.E. 0/28

Questi materiali sono destinati solitamente alle opere di ingegneria civile:

  • realizzazione di sottofondi stradali, ferroviari, aeroportuali e di piazzali, civili ed industriali;
  • realizzazione del corpo dei rilevati stradali e ferroviari;
  • realizzazione di recuperi ambientali, riempimenti e colmate;
  • realizzazione di strati di fondazione;
  • nel confezionamento di calcestruzzi.

L’azienda opera con l’obiettivo di creare un centro di riferimento per la città di Trapani, a servizio di piccole e grandi imprese operanti nel settore delle costruzioni e demolizioni, per il recupero e il successivo riciclo di quei rifiuti che andrebbero a finire in discarica o, peggio ancora, abbandonati per le vie cittadine, infatti mette a disposizione dei propri clienti il servizio di recupero di rifiuti speciali non pericolosi, provenienti dall’attività di demolizioni.

Oggi la Soc. Coop. , dopo aver investito nella realizzazione di un idoneo laboratorio, nella formazione del personale, nell’adeguamento dei sistemi informatici degli impianti e dei macchinari per la produzione e di quanto richiesto dalle normative del settore, è in grado di fornire un servizio tecnologico completo ai propri clienti.

Ogni miscela, in conformità alle prescrizione di legge, viene progettata secondo i criteri del mix design. Il mix viene sottoposto alla sperimentazione del calcestruzzo preconfezionato in laboratorio e confermato e/o corretto in base ai risultati ottenuti. Inoltre, all’interno del laboratorio, vengono eseguiti studi di pre-qualifica di mix design.

Gli aggregati riciclati sono un’alternativa alla necessità di usare strumenti idonei per la salvaguardia dell’ambiente e del territorio. Il riciclaggio dei rifiuti speciali si colloca, quindi, come strumento virtuoso per la risoluzione di un ampia serie di problematiche economiche, ambientali, sociali e culturali.

La Calcestruzzi Ericina Libera Soc. Coop. in ottemperanza alle direttive europee, possiede un sistema certificato FPC (controllo della produzione in fabbrica) e tutti i prodotti sono dotati di marcatura CE e di DoP (Dichiarazione di Prestazione), secondo il sistema AVPC 2+ , conforme alle norme UNI EN 12620, 13242, 13043, 13139 e al regolamento (UE) n. 305/2011 che ne attestano ufficialmente l’idoneità tecnica del prodotto per l’impiego previsto. Inoltre, riceve nel proprio impianto solo i materiali classificati come rifiuti speciali non pericolosi accompagnati dal documento di identificazione.

L’azienda ha partecipato, in rappresentanza dell’Italia, alla Commissione Europea sui rifiuti in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale del Calcestruzzo.

Fin dalla sua “rinascita”, la Cooperativa è stata promotrice e partecipe di diverse manifestazioni ed eventi sia in campo aziendale che socio culturale, come seminari e workshop  sul riciclo da costruzione e demolizione e le Carovane Antimafie. Per le sue attività ha ricevuto riconoscimenti sia come esempio di attività confiscata alla mafia, di “auto-gestione” da parte della cooperativa composta dagli stessi operai, sia per il nuovo corso produttivo volto alla salvaguardia dell’ambiente finalizzato al recupero e riciclo dei rifiuti inerti non pericolosi: Premio “Il Gattopardo della Legalità” (2017), Premio “Etica e Impresa” (2009), Premio “Ambiente e Legalità” (2009).