Felici da matti 89039 Lacchi RC, Italia

RICICLO/RIUSO DI ABITI USATI E OLI ESAUSTI
RIVENDITA ABITI USATI, TRASFORMAZIONE DEGLI OLI IN SAPONE E DETERGENTE

Felici da Matti opera dal 2003 nel Territorio della Locride e in altre province della Calabria. Nasce con l’obiettivo di creare posti di lavoro per i soci e per soggetti svantaggiati. Opera nel settore della raccolta e riciclo/riuso di due tipologie di rifiuti: abiti usati ed oli vegetali esausti domestici e da attività commerciali. Gli abiti usati vengono selezionati, igienizzati e, se in buono stato venduti come capi di abbigliamento, lo scarto viene trasformato in pezzame per la pulizia. Dal riciclo degli oli vegetali esausti, si realizza un sapone solido ed una linea di detergenti per la casa (bucato, pavimenti, sgrassatore) aromatizzati con oli essenziali bio di bergamotto, limone, eucalipto e citronella: la Linea bergolio Eco ³. Prodotti dalle ottime proprietà pulenti con una formula a basso impatto ambientale, che consente un doppio utilizzo di materie prime, evitando che l’olio disperso vada a finire nell’ambiente. Nel 2015 ha ricevuto una Menzione Speciale per le Buone Pratiche all’interno della prima edizione di Comuni Ricicloni Calabria; nel 2017 è tra i 100 Campioni di Economia Circolare e nel mese di novembre ritira il Premio Innovazione Amica dell’Ambiente.

Paese : Italia
Regione : Calabria
Città : Roccella Ionica
Attività : Modello produttivo circolare
Target : B2C, B2B
Numero dipendenti : 0-14
Anno avvio attività : 2003
Anno riconversione : 2013

I prodotti sono ottenuti dal riuso e dal riciclo di rifiuti, per cui derivanti dal riutilizzo di materie prime, a ridotta emissione di CO2 in atmosfera; il loro trasporto è condiviso tra operatori e uso di bici; i fornitori sono certificati.

La cooperativa ha realizzato un concorso Riciclia…mo per la sensibilizzazione nelle Suole di ogni ordine e grado della provincia di Reggio Calabria, per la prima edizione, ed a tutta la Regione Calabria per la seconda. La cooperativa ha creato reti/accordi con soggetti/enti che accolgono immigrati e donne che hanno subito violenza per scambi di abiti ed accessori per i figli. Inoltre, promuove la sensibilizzazione sui gravi danni derivanti dallo sversamento dell’olio vegetale esausto, attraverso il progetto “Non buttarlo nel lavandino o…siamo fritti”, che ha permesso solo il primo anno di raccogliere circa 50 tonnellate di olio. la cooperativa sostiene convenzioni con i comuni ed attività commerciali per il ritiro gratuito di tale olio e la gratificazione attraverso la consegna di un sapone al bergamotto. Il principio dell’uguaglianza di genere è affermata dal fatto che la cooperativa è costituita maggiormente da donne, con flessibilità lavorativa; l’organico è costituito da personale locale e per il 50% da soggetti svantaggiati.