Orange Fiber Via Monserrato, 110, 95128 Catania CT, Italia

MODA SOSTENIBILE
PRODUZIONE DI TESSUTI DAGLI SCARTI DELLE ARANCE

Orange Fiber è l’azienda italiana costituita nel 2014 da Adriana Santanocito ed Enrica Arena che ha brevettato e produce tessuti sostenibili per la moda da sottoprodotti della spremitura industriale delle arance. Con la collaborazione del Politecnico di Milano, nel 2012 è stato sviluppato un innovativo processo che consente potenzialmente di trasformare le oltre 700.000 tonnellate di sottoprodotto che l’industria di trasformazione agrumicola produce ogni anno solo in Italia – e che altrimenti andrebbero smaltite con dei costi per l’industria del succo di agrumi e per l’ambiente – in un tessuto di alta qualità capace di rispondere al bisogno di sostenibilità e innovazione dei fashion brand. L’innovativo processo è stato brevettato in Italia nel 2013 ed esteso a PCT internazionale l’anno seguente. La prima parte della trasformazione avviene in Sicilia, dove la cellulosa atta alla filatura viene estratta, per essere poi mandata in Spagna, dove un’azienda partner la trasforma in filato ed infine questo rientra in Italia, presso una tessitura comasca, dove viene trasformato nel prodotto finito: un tessuto sostenibile di alta qualità per il settore moda-lusso. La soluzione individuata, estrarre una materia prima da un sottoprodotto industriale non rivale all’alimentazione, offre la possibilità di soddisfare la crescente richiesta di cellulosa per uso tessile (dovuta alla volatilità dei prezzi del cotone e del petrolio) preservando le risorse naturali, senza produrre scarti industriali. Paragonato alle fibre cellulosiche artificiali esistenti, sia quelle derivate da legno che quelle da canapa e bambù, Orange Fiber non sfrutta le risorse naturali, ma utilizza un sottoprodotto destinato allo smaltimento, riducendo così lo sfruttamento di terra e acqua, l’uso di pesticidi inquinanti e l’impatto della produzione tessile sul pianeta. Un processo produttivo innovativo e sostenibile, unito alle specifiche tecniche dei tessuti prodotti, alla loro qualità e alla grande varietà degli ambiti applicativi da questi offerti, rendono Orange Fiber un materiale unico, capace di rispondere alle esigenze di innovazione e sostenibilità della moda (la seconda industria più inquinante dopo il petrolio), interpretandone la creatività e i trend. Proprio per questo, nel 2016 la startup è stata insignita con il Global Change Award, il premio internazionale indetto dalla H&M Foundation (fondazione no-profit del brand H&M), per accelerare le innovazioni con il più alto potenziale di trasformazione dell’industria della moda in chiave sostenibile. Cogliendo l’essenza e le potenzialità espressive dell’innovativo tessuto dagli agrumi, la celebre maison Salvatore Ferragamo nel 2016 ha avviato una collaborazione con la startup che ha portato alla creazione della Ferragamo Orange Fiber Collection, la prima collezione moda realizzata con il tessuto sostenibile Orange Fiber presentata lo scorso 22 aprile 2017.

Paese : Italia
Categoria : Tessile - Accessori
Regione : Sicilia
Città : Catania
Attività : Modello produttivo circolare
Target : B2B
Anno avvio attività : 2014
Anno riconversione : 2014

Orange Fiber ha sviluppato un innovativo processo per produrre tessuti sostenibili dal pastazzo d’agrumi, quel residuo umido che resta al termine della spremitura industriale delle arance. Il materiale necessario alla prima fase del processo, l’estrazione della cellulosa da agrumi atta alla filatura, viene da un’industria di spremitura di agrumi siciliana con la quale l’azienda ha stretto una partnership e all’interno della quale ha installato il proprio impianto, per essere più vicina ai luoghi di produzione del sottoprodotto impiegato per la realizzazione dei tessuti, per tracciarne la provenienza e per portare valore al territorio in termini di innovazione, sostenibilità, creazione di nuovi posti di lavoro, competitività. La cellulosa estratta in Sicilia viene filata in Spagna ed infine trasformata in tessuto a Como. L’attenzione all’ambiente e all’impatto sociale si estende lungo tutta la filiera, selezionata e controllata da OF per garantire la qualità dei prodotti e il rispetto dei valori aziendali.

Cogliendo un’opportunità dove altri vedevano solo un problema, Orange Fiber ha sviluppato un processo industriale virtuoso che permette di ridurre gli sprechi e l’inquinamento, trasformando i sottoprodotti dell’industria agrumicola in una nuova risorsa capace di contribuire a risolvere i problemi ambientali legati allo smaltimento dei sottoprodotti e ad un processo di sviluppo economico, sociale ed ambientale all’insegna della sostenibilità. Nel medio termine l’azienda prevede di continuare a testare, migliorare e scalare l’idea di business, sviluppando ulteriormente l’innovativo processo sul modello dell’economia circolare, consolidando la propria presenza nel mercato dei tessuti sostenibili e innovativi. L’obiettivo a lungo termine è fare di Orange Fiber il first mover italiano nel segmento dei tessuti sostenibili attraverso una produzione “green” di tessili cellulosici da fonti rinnovabili e creare un marchio tessile altamente riconoscibile e differenziato dagli altri per l’impegno nella tutela dell’ambiente e la trasparenza dell’intera catena di produzione.