RASSEGNA STAMPA – Maggio 2019

RASSEGNA STAMPA – Maggio 2019
Rassegna stampa settimanale su economia circolare e sostenibilità, in Italia e nel mondo. 

 

RASSEGNA STAMPA n.6 | Maggio 2019 – Settimana 4

DALL’ITALIA:

  • E’ Milano la prima cittá italiana per quanto riguarda l’economia circolare. A contribuire al risultato, fattori quali percentuale di raccolta differenziata, numero di passeggeri sui trasporti pubblici, mobilità «sharing» e acquisto di beni di seconda mano. Lo riporta uno studio condotto dal Cesisp, il Centro di Economia e regolazione dei servizi, dell’industria e del settore pubblico dell’Università Bicocca di Milano sulle prime dieci città italiane con una popolazione superiore ai 300 mila abitanti: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Palermo, Roma, Torino. Articolo su Corriere della Sera
  • Secondo quanto anticipato dal magazine Fisco&Tasse, il Decreto Crescita (DL 34/2019) in attesa di conversione, dovrebbe introdurre agevolazioni finanziarie a sostegno di progetti di ricerca e sviluppo finalizzati ad un uso più efficiente e sostenibile delle risorse.
  • StartupItalia dedica un’intervista al fondatore di Rifò, un’innovativa startup pratese che trasforma scarti di lavorazione e vecchi indumenti in nuove fibre da impiegare nella creazione di nuovi accessori e capi di abbigliamento. Leggi l’articolo qui
  • Giovedí 30 maggio Milano ospiterá l’appuntamento conclusivo della Competition Idee in Circolo. L’iniziativa ha visto la partecipazione di oltre 1100 studenti di scuole superiori, medie ed elementari, chiamati a confrontarsi e proporre soluzioni su temi quali Economia Circolare e Rifiuti Zero. Articolo su IlSole24Ore

 

DAL MONDO:

  • Un nuovo studio pubblicato dall’istituto di ricerca britannico Chatham House sottolinea come le economie dei paesi in via di sviluppo faranno fatica a crescere in modo sostenibile senza investimenti significativi nel riciclo, riutilizzo e riprocessamento di materie grezze e prodotti usati. Articolo su CIWM Journal (in inglese)
  • L’Huffington Post ospita uno stimolante articolo firmato da Jennifer Elks, Managing Editor del network globale Sustainable Brands. Nel pezzo, significativamente intitolato Why I Believe We’ll Achieve A Circular Economy (Perché sono convinta che raggiungeremo l’Economia Circolare), Elks ripercorre i progressi compiuti in questi anni nella riduzione e recupero dei materiali con un focus particolare sugli imballaggi plastici. Leggi l’articolo qui (in inglese)
  • Il colosso mondiale Ikea è in procinto di lanciare l’iniziativa ‘Dai una seconda vita ai tuoi mobili usati’. Il progetto permetterá ai clienti di ricevere una valutazione dei propri mobili usati e seguire dei tutorial online per personalizzarli e ripararli. Sará inoltre permesso di riconsegnare un mobile ancora utilizzabile in cambio di un buono acquisto da spendere all’interno dei negozi Ikea. Articolo su Quotidiano.net
  • Il Consiglio dell’UE ha finalmente adottato le ambiziose misure proposte dalla Commissione Europea per limitare l’inquinamento marino causato dalla dispersione  di prodotti in plastica monouso. Il nuovo approccio legislativo prevede che, laddove le alternative siano facilmente disponibili e convenienti, i prodotti in plastica monouso (come posate, piatti e cannucce) saranno banditi dal mercato. Per altri prodotti, invece, la riduzione del consumo verrá incentivata tramite misure quali stretta sui requisiti di progettazione ed etichettatura; gestione dei rifiuti e obblighi di risanamento per i produttori. Notizia sul sito della Commissione Europea

 


RASSEGNA STAMPA n.5 | Maggio 2019 – Settimana 3

DALL’ITALIA:

  • Circonomìa, il Festival nazionale dell’economia circolare e delle energie dei territori, è ormai alle porte. L’evento, che si terrà dal 25 maggio al 5 giugno tra le Langhe (Alba, Bra, Pollenzo, Novello), Cuneo e Torino – rappresenta un luogo di dibattito dove discutere di temi fondamentali quali nuovi modelli economici e sostenibilità ambientale. Articolo su LaStampa
  • Dopo oltre un anno di incertezza, il quadro di riferimento sui cosiddetti “End of waste” – ossia quei residui che hanno perso la loro qualifica di “rifiuti” dopo specifiche operazioni di recupero – inizia ad essere finalmente più chiaro. Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha infatti firmato il decreto per il riciclo dei pap, i prodotti assorbenti della persona come i pannolini, fornendo così un indirizzo normativo non solo per il settore ma per l’intero sistema produttivo. Articolo su GreenReport
  • Secondo un recente studio di Unioncamere, “nel prossimo quinquennio le imprese italiane ricercheranno tra i 518.000 e i 576.000 addetti con competenze green per cogliere al meglio le opportunità offerte dall’economia circolare”. Leggi l’articolo su FortuneItalia
  • Obsolescenza programmata ed economia circolare a confronto. È il tema del seminario che l’Università di Ferrara propone nella giornata di venerdì 17 Maggio con l’obiettivo di sensibilizzare i consumatori sulla necessità di comprendere origine e processi di realizzazione dei prodotti sul mercato. Articolo su GreenReport

DAL MONDO:

  • Un team di ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory del U.S. Department of Energy ha creato una plastica di nuova generazione che può essere riciclata molteplici volte. Il materiale plastico in questione – chiamato polydiketoenamine – può essere scomposto nelle sue parti costitutive a livello molecolare e quindi riassemblato in forme, strutture e colori diversi senza che le sue performance e caratteristiche ne risentano. Articolo su Forbes (in inglese)
  • Un nuovo rapporto prodotto da un gruppo di associazioni ambientaliste – tra cui Center for International Environmental Law, Break Free From Plastic e 5 Gyres – sottolinea l’impatto devastante che l’uso crescente di materie plastiche sta avendo sul clima globale. Articolo su PlasticNews (in inglese)

 


RASSEGNA STAMPA n.4 | Maggio 2019 – Settimana 2

DALL’ITALIA:

  • Una “fiaba on the road” sulla seconda vita degli oggetti. Con queste parole si può descrivere “Trash”, il film realizzato dall’agenzia di comunicazione Pescerosso in occasione del Summit Seeds & Chips. Il lungometraggio animato, in uscita nel 2020, racconta il viaggio in 3D di oggetti considerati ormai inutili – come imballaggi vuoti e rifiuti – alla ricerca di una seconda opportunità di utilizzo. Articolo su Ansa
  • Affari Italiani dedica un interessante articolo all’approccio del “riciclo totale” che mira a superare il conferimento dei rifiuti in discarica e/o il loro incenerimento. Le nuove disposizioni contenute nella Direttiva europea sull’economia circolare vanno già in questa direzione ma, affinché esse prendano piede in Italia, c’è bisogno di un sostanziale cambio di mentalità. Leggi l’articolo qui
  • “È necessario incoraggiare lo sviluppo di un’economia circolare, specialmente nella sfera delle attività minerarie”. Lo ha dichiarato il Pontefice Francesco I durante l’incontro dal titolo “L’industria mineraria per il bene comune” promosso dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale (Vaticano, 2-3 maggio). Articolo su Avvenire

DAL MONDO:

  • Un utilizzo più efficace delle risorse potrebbe accrescere le dimensioni dell’economia globale di 2 trilioni di dollari entro il 2050. Lo afferma l’International Resource Panel, parte dell’Environment Programme delle Nazioni Unite. Attualmente, su scala mondiale, solo il 9% degli 84 miliardi di tonnellate di materiali consumati ogni anno viene riutilizzato. Articolo su Fast Company (in inglese)
  • Dal 3 al 5 giugno, Helsinki ospiterà il terzo World Circular Economy Forum. Il WCEF2019 riunirà circa 2000 stakeholders e studiosi dell’economia circolare provenienti da tutto il mondo. Temi-cardine dell’evento: prossima fase della circular economy ed accelerazione dei processi di transizione. Articolo su CircularChange (in inglese)
  • Prevenire lo spreco alimentare promuovendo l’economia circolare. È l’obiettivo della Commissione Europea che ha deciso di adottare una metodologia comune per misurare i rifiuti alimentari in tutti gli Stati Membri. Ogni anno circa il 20% del cibo prodotto nell’UE viene sprecato o cestinato, causando gravi danni sociali, ambientali ed economici. Per saperne di piú clicca qui (in inglese)
  • Con un pezzo significativamente intitolato “The Future is circular”, la nota rivista finanziaria Forbes illustra come la transizione verso un modello di circular economy comporti non solo dei sostanziali benefici dal punto di vista ambientale ma anche economico. Emblematici i casi delle aziende statunitensi PrairieFood e Bubbly Dinamics. Leggi l’articolo qui (in inglese).
 

 
RASSEGNA STAMPA n.3 | Maggio 2019 – Settimana 1

DALL’ITALIA:

  • Il prossimo 10 maggio presso il Villaggio Globale di Roma, si terrà l’incontro Circular Economy for Social Change. L’evento, organizzato da A Sud Onlus, in collaborazione con Circular People e Falegnameria Sociale K_Alma, è dedicato a quelle realtà economiche e sociali in cui economia circolare e sostenibilità ambientale diventano occasione di inclusione sociale per fasce di popolazione marginalizzate. Maggiori informazioni qui
  • Il Sole 24 Ore ha documentato i risultati del recente «BioInItaly Investment Forum & Intesa Sanpaolo StartUp Initiative», tenutosi la scorsa settimana a Milano. L’obiettivo dell’evento era quello di far incontrare imprese e progetti innovativi nell’ambito della circular bioeconomy. Leggi l’articolo qui
  • La Regione Toscana mira a centrare l’obiettivo del 70% di raccolta differenziata entro il 2020 e l’80% entro il 2023. Lo ha dichiarato Il Presidente della Regione Enrico Rossi durante la recente tavola rotonda organizzata a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze nell’ambito delle tre giorni di “State of the Union”. Articolo su GoNews
  • Sienambiente e l’Università di Siena hanno lanciato un concorso che mira a promuovere soluzioni efficaci per la gestione dei rifiuti, con una particolare attenzione a quelli derivati dalla plastica. Il concorso mette in palio 5mila euro per promuovere idee imprenditoriali originali e realizzabili. Articolo su GreenReport

DAL MONDO:

  • Un recente rapporto della Commissione Europea rivela i progressi compiuti dall’UE verso un’economia circolare, pur rilevando come molti paesi membri rischiano di non raggiungere l’obiettivo del 50% di rifiuti riciclati entro il 2020. Articolo su Recycling Today Global (in inglese)
  • Secondo due diversi rapporti pubblicati lo scorso 25 aprile, le industrie pesanti europee possono raggiungere il target di zero emissioni di CO2 entro il 2050 pur rimanendo competitive a livello globale. Implementazione dell’economia circolare ed uso efficiente dei materiali rappresentano strumenti imprescindibili. Articolo su Climate-KIC (in inglese)
  • In un articolo su EcoBusiness, David J. Cord esplora il rapporto tra nuove tecnologie e sostenibilità sottolineando come, in assenza di un approccio incentrato sull’economia circolare, il rischio di un incremento del consumo energetico e delle risorse sia estremamente concreto. Leggi l’articolo qui (in inglese)
  • L’Università di Eindhoven ha lanciato Noah, un innovativo prototipo di automobile elettrica composta da pannelli di lino e zucchero che promette di essere biodegradabile. Ovviamente a fine vita! Articolo su LifeGate
4 Maggio 2019 / by / in
Comments

I commenti sono chiusi.