Arti…ficio Via G Nicotera, 49, 17024 Finale Ligure SV, Italia

ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI DI ALTA SARTORIA
UTILIZZO DI STOFFE E MATERIALI DI RECUPERO

Arti.ficio è un laboratorio artistico artigianale fondato da Italia Furlan, stilista che realizza i suoi capi di alta sartoria con stoffe e materiali di ricupero.

Come per esempio la collezione pret-à-porter “Colorcollection”, composta da capi spalla e accessori da pioggia realizzati utilizzando i gonfiabili pubblicitari nati dalle bottiglie di plastica.

Da sempre fervida sostenitrice dell’impatto zero, Italia Furlan, sin dalla nascita del laboratorio, ha cercato di coniugare aspetto etico e moda, realizzando abiti festosi, capi sportivi ed eleganti e accessori riutilizzando i materiali più singolari: dai fogli e alle capsule di alluminio, dalle buste di tabacco da pipa alla carta di giornale, dalle cannucce di plastica ai fili elettrici.

Paese : Italia
Regione : Liguria
Città : Finale Ligure
Tipo di realtà : Profit
Attività : Prodotto circolare
Target : B2C, B2B
Numero dipendenti : 0-14
Anno avvio attività : 2008
Anno riconversione : 2008

Ilaria Furlan realizza capi d’abbigliamento (abiti da giorno e da sera, gonne, capispalla e costumi da bagno) e accessori (borse, pochette, gioielli e ombrelli) riutilizzando diversi materiali destinati a diventare scarti, creando così capi unici ecologici e resistenti mettendo al primo posto ambiente e rispetto per l’individuo attraverso un’artigianalità tutta Made in Italy.

Arti.ficio ha una consolidata partnership con la ditta Peraria che crea materiale pubblicitario, come i banner pubblicitari gonfiabili prodotti con bottiglie di plastica riciclate. Grazie a questa collaborazione è nata “Colorcollection”, una linea di abbigliamento e accessori da pioggia realizzati riutilizzando i gonfiabili pubblicitari Peraria, dando così alle bottiglie di plastica originarie una terza vita.

Il packaging dei prodotti è essenziale e anch’esso prodotto con materiali riciclabili. 

Arti…ficio, attraverso corsi eventi e performance, promuove la sostenibilità, il riutilizzo dei materiali e i diritti dei lavoratori, in particolare del settore tessile.