ESO Via Giuseppe Ungaretti, 27, 20090 Opera MI, Italia

GESTIONE RIFIUTI
PRODUZIONE MATERIA PRIMA SECONDA DA MATERIALE DI SCARTO

ESO Società Benefit arl nasce nel 1999 con un servizio di gestione di rifiuti da ufficio e consulenza ambientale, rivolto ad aziende dislocate sul territorio italiano. È iscritta all’Albo Gestori Ambientali, cat. 1 – 4 – 5 – 8, ed è certificata EN ISO 9001:2015, EN ISO 14001:2015, BS OHSAS 18001:2007.

Sin dall’inizio con la profonda convinzione nell’Economia Circolare, ESO ha fatto del “Ciclo del Riciclo” la sua filosofia, con la consapevolezza che l’ambiente è un bene da preservare e che i rifiuti possono trasformarsi da scarto a risorsa, riducendo al massimo il loro impatto ambientale.

I progetti esosport run e bike nascono per la raccolta e il riciclo di scarpe sportive esauste, camere d’aria e copertoni di biciclette. L’obiettivo è quello di minimizzare l’accumulo dei rifiuti in discarica e innescare nelle persone la convinzione che è possibile non solo riciclare, ma anche ottenere, dal ciclo del riciclo, materia prima seconda, utilizzabile nel caso di esosport per realizzare pavimentazioni anticaduta per i parchi giochi – “Il Giardino di Betty” – e piste di atletica – “La Pista di Pietro”.

Paese : Italia
Regione : Lombardia
Città : Opera
Sito : www.eso.it
Attività : Prodotto circolare
Target : B2B
Anno avvio attività : 1999
Anno riconversione : 1999

Passione per lo sport, competenza nel mondo dei rifiuti, preservazione dell’ambiente e ciclo del riciclo: questi sono i pilastri sui quali si basa il progetto esosport, ideato da ESO Società Benefit, azienda nata nel 1999 con un servizio di gestione di rifiuti da ufficio e consulenza ambientale. La raccolta di scarpe, copertoni e camere d’aria, e la successiva lavorazione, ha come fine ultimo la generazione di materia prima seconda, che ESO dona gratuitamente alle amministrazioni pubbliche per la realizzazione dei progetti “Il Giardino di Betty”, un parco giochi dedicato a Elisabetta Salvioni Meletiou, e “La Pista di Pietro”, una pista di atletica di 60 mt in ricordo del grande atleta Pietro Mennea.

ESO, fin dalla sua fondazione, ha fatto del “Ciclo del Riciclo” la propria filosofia, con la consapevolezza che l’ambiente è un bene da preservare e che i rifiuti possono trasformarsi da scarto a risorsa, riducendo al massimo il loro impatto ambientale.

Oltre ai progetti specifici esosport run e bike dedicati al recupero dei rifiuti e alla generazione di materia prima seconda, ESO attua politiche volte alla sostenibilità ambientale e sociale di tutta l’azienda.

Per il trasporto dei rifiuti e dei materiali prodotti, vengono utilizzati mezzi a basso impatto ambientale, così come vengono applicati criteri di sostenibilità in tutti gli acquisti. ESO attua politiche di controllo della gestione ambientale e redige un bilancio ambientale.

A livello sociale, ESO impiega personale considerato “svantaggiato” ai fini del Regolamento Comunitario n.2204/02 e “categoria protetta” secondo la Legge 69/1999. Promuove inoltre attraverso le assunzioni la parità di genere.

Da sottolineare infine il valore aggiunto della sensibilizzazione della cittadinanza ai temi del riuso e del riciclo, nell’idea che i rifiuti possono trasformarsi in risorsa, attraverso le attività di esosport e le comunicazioni aziendali.