LombriColtura Clandestina Via Giuseppe Romita, 1b, 15079 Sezzadio AL, Italia

GESTIONE DEGLI SCARTI ORGANICI TRAMITE LA LOMBRICOLTURA

Lombricoltura Clandestina nasce ad Alessandria nel 2010 da un ramo dell’azienda “La Cultura”. Il progetto inizia con la vendita di compostiere casalinghe, attività che ha introdotto l’impresa nel mondo dei lombrichi delle specie Eisenia andrei ed Eisenia fetida.

La lombricoltura è un modo efficiente per ridurre i rifiuti organici, contribuendo in maniera positiva all’economia locale e sul territorio in cui opera.

Nelle strutture di LombriColtura Clandestina vengono allevati lombrichi Eisenia andrei ed Eisenia fetida, detti anche californiani o rossi, e Eisenia hortensis o veronesi. Recentemente è stato introdotto anche un allevamento di Lumbricus terrestris, il classico lombrico da terra. Questo per creare la biodiversità necessaria alle aziende con cui collabora.

Paese : Italia
Regione : Piemonte
Città : Sezzadio
Tipo di realtà : Profit
Attività : Modello produttivo circolare
Target : B2C, B2B
Numero dipendenti : 0-14
Anno avvio attività : 2010
Anno riconversione : 2018

L’azienda con l’installazione di impianti per il vermicompostaggio, si impegna a produrre compost, vemicompost, attraverso un processo che rispetta ed è parte della natura stessa.

L’azione dei lombrichi favorisce lo smaltimento dei rifiuti organici attraverso impianti per abitazioni private, mense, strutture ricettive, aziende di trasformazione alimentare, birrifici. Quello che per la società è scarto grazie ai lombrichi diventa humus. L’humus di lombrico o vermicompost può essere considerato, in assoluto, il migliore fertilizzante disponibile al mondo

Il concetto di circolarità viene implementato grazie all’utilizzo del riciclo e del riuso. I lombrichi decompongono materiale organico rendendolo nuovamente disponibile per la crescita delle piante. Il materiale organico proviene dagli scarti dell’agricoltura e della cucina. Si crea così un circolo virtuoso in cui da materia organica nasce nuova materia organica.

La sostenibilità ambientale e sociale è alla base dell’approccio dell’azienda verso la produzione di fertilizzante naturale. Il compost prodotto dai lombrichi permette di migliorare la fertilità del terreno senza gli svantaggi della fertilizzazione chimica quali la lisciviazione di inquinanti nelle falde e l’immissione di sostanze chimiche nell’aria.

Per quanto riguarda la sostenibilità sociale, l’azienda si impegna in progetti di divulgazione per trasmettere ai giovani informazioni sull’importanza della lombricoltura e di sensibilizzazione a una maggiore attenzione per l’ambiente svolti sia presso le scuole sia presso i propri impianti di vemricompostaggio.

Inoltre, l’azienda si pone obiettivi legati alla costruzione di comunità e di società resilienti in cui i rifiuti organici vengono riutilizzati per creare compost, il nutrimento delle piante e la produzione di alimenti vegetali. Infine, LombriColtura Clandestina si affida ad una associazione che opera nei paesi in via di sviluppo per portare anche in questi luoghi la lombricoltura come un metodo per aumentare la produzione di frutta e verdura.