Opera Bosco Localita Colle, 01030 Calcata Nuova VT, Italia

MUSEO DI ARTE NELLA NATURA
ITINERARIO DI ARTE CONTEMPORANEA NELLA VALLE DEL TREJA

Opera Bosco – Museo di Arte nella Natura è un itinerario di arte contemporanea all’aperto che si estende su due ettari di bosco nella forra della Valle del Treja a Calcata in provincia di Viterbo. Un Museo – laboratorio sperimentale di Arte nella Natura che si distingue per la scelta di realizzare i lavori esposti esclusivamente con i materiali naturali grezzi del Bosco. Opera bosco è un esempio concreto di attuazione della cultura della “simbiosi” tra attività umana e natura, metafora di un’impostazione ecocompatibile per tutte le attività produttive di una società orientata ecologicamente. Fondato da Anne Demijttenaere in collaborazione con Costantino Morosin, viene inaugurato nell’ottobre 1996 e l’anno successivo, per il suo standard di qualità, diventa Museo di Competenza dell’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio ed entra a fare parte del Sistema Museale MUSART. Nel 2005 è promosso dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma nell’ambito delle “Giornate europee del Patrimonio”ed entra negli interessi del Ministero per i Beni e delle attività Culturali e di diverse università e assessorati in Italia e all’estero. Nel 2007 Opera Bosco contribuisce alla definizione di linee guide dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio e riceve la Menzione speciale del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa dal 2010 al 2015. In questi ventuno anni il Museo svolge attività di educazione artistica ambientale coinvolgendo docenti e studenti di ogni livello scolastico, dall’infanzia all’università e realizza interventi di Arte nella Natura in diversi luoghi in Italia e all’estero. Partecipa nel 2014 alla Biennale di Architettura di Venezia nell’ambito degli eventi promossi dal Ministero per i Beni Culturali presentando un percorso di Arte nella Natura sull’Isola della Certosa e l’anno dopo presenta un’opera monumentale realizzata collettivamente da cinque artisti sull’Isola di San Secondo a Venezia.

Paese : Italia
Regione : Lazio
Città : Calcata
Attività : Modello produttivo circolare
Target : B2C, B2B
Anno avvio attività : 1996
Anno riconversione : 1996

Le opere d’arte in questo Museo nascono dal materiale naturale del bosco, sono realizzate con tecniche naturalistiche e vivono in simbiosi con l’ambiente che le fa materia. Un sistema integrato quindi fra opere d’arte e natura, dove bosco, natura e opere interagiscono formando un unica grande opera complessiva. Questo Museo nasce dall’esigenza degli artisti che lo attuano di relazionarsi con il “bosco”, di estendere il concetto di estetica all’ecosistema e produrre “arte rinnovabile” interpretando le particolarità paesaggistiche, i valori botanici, zoologici, geologici e i segni storico-antropici dando corpo e fruibilità ad una concezione dell’arte con qualità totale.

Opera Bosco rappresenta un centro di propulsione di energie creative in senso sociale, ideologico e politico. Opera Bosco intende proteggere, valorizzare e promuovere le risorse del territorio. Questo Museo è anche un laboratorio creativo dove gli artisti, nella realizzazione delle opere, procedono ad una ricerca delle potenzialità e delle prospettive di un mondo ecologico dove le tecniche e i materiali naturali tradizionali riacquistano una funzione primordiale nelle tecnologie di sistemazione del territorio. Il Museo, inoltre, costituisce un sistema di formazione educativo aperto multidisciplinare che svolge attività di educazione ambientale sin dalla sua inaugurazione ed è visitato da scuole elementari, medie, superiori, università con la partecipazione annua di 5 mila alunni circa. In base alla sua esperienza originale, Opera Bosco si propone come ente qualificato per la progettazione, la realizzazione e la creazione di altri itinerari di Arte nella Natura, valorizzando di volta in volta la specificità e le peculiarità di aree verdi, in una prospettiva ecologica. La creazione di nuovi itinerari di “Arte nella Natura”, modellati sulle peculiarità specifiche del territorio, sarà un mezzo che con l’evidenza dell’arte diffonde immagini e concetti ecologici originali di grande qualità e di forte impatto comunicativo, stimola energie creative in senso sociale, valorizza e promuove le risorse locali ed esplicita in maniera “vincente” e gradita l’affermazione di una nuova cultura ecologica che indica sempre più la strada del futuro.