Orditidigitali Via Mulino,2, 84070 San Giovanni A Piro SA, Italia

ACCESSORI REALIZZATI IN ORDITO E TRAMA
USO DI SOTTOPRODOTTI DELLA FILIERA TESSILE E AGROALIMENTARE

Orditidigitali è un laboratorio artigianale di tessitura applicata con promozione e vendita di manufatti prevalentemente attraverso fiere, eventi e canali digitali. Lavora nell’ottica di far rivivere nel design contemporaneo le tradizioni artigianali del territorio, percorrendo una strada in cui il rispetto per l’ambiente è lo scopo da perseguire. Infatti, il laboratorio, che si insedia nel Cilento, in un’area a forte valenza paesaggistico-naturalista con buone potenzialità di sviluppo integrato, contribuisce alla diversificazione dell’economia rurale e coniuga aspetti di tradizione (tessitura con telaio manuale) a innovazione tecnologica, come l’uso di stampante 3D, per la realizzazione di prodotti d’arredo e accessori di moda.

All’interno del laboratorio si progettano e producono essenzialmente tessuti e passamanerie utilizzati nella realizzazione di tomaie per sandali, pantofole, cinture e altri oggetti di design (arredamento o funzionali). L’uso della stampante 3D con filamenti di canapa è uno degli elementi di innovazione per la produzione di fibbie e altre finiture.

Elemento centrale nella visione del laboratorio è abbinare Made in Italy a produzione “green”, armonizzando l’eleganza e il gusto del design all’attenta valutazione rispetto alla eco-compatibilità dei processi produttivi.

 

Paese : Italia
Regione : Campania
Città : San Giovanni A Piro
Tipo di realtà : Profit
Attività : Prodotto circolare
Target : B2C, B2B
Numero dipendenti : 0-14
Anno avvio attività : 2017
Anno riconversione : 2018

Orditidigitali progetta e realizza manufatti tessili finalizzati alla realizzazione di tomaie per sandali/pantofole, cinture e altri oggetti di design (arredamento o funzionali) attraverso l’uso di scarti di lavorazione di industrie tessili del territorio. Grazie alle sinergie con altri artigiani del territorio, il laboratorio collabora alla produzione e al restauro di passamanerie sartoriali, utilizzate prevalentemente per realizzare cinture e altri articoli di pelletteria, basi di sedie e sgabelli, pannelli di armadi, strutture per lampadari/lampade, supporti e tracolle per strumenti musicali.        

I tessuti e le passamanerie vengono prodotti impiegando prevalentemente materiali vegetali provenienti dal settore agricolo, materiali di origine animale che sostengono la filiera corta, scarti di industrie tessili, filati colorati utilizzando le piante tintoree dell’area mediterranea, scarti di coltivazione e lavorazioni agricole di prodotti tipici (il carciofo di Pertosa, la cipolla ramata di Montoro, il fico bianco del Cilento) in collaborazione con l’associazione “i colori del Mediterraneo – tingere con le piante”. 

L’uso della stampante 3D con filamenti di canapa o legno è uno degli elementi di innovazione per la produzione di fibbie e altre finiture.

Il laboratorio si focalizza su una fase della filiera tessile, che è quella della produzione di tessuto in ordito e trama, ma viene considerato un valore aggiunto ricercare e cogliere opportunità per fare rete con altre entità, consapevoli dell’importanza dei rapporti di filiera per la produzione di manufatti finiti con il coinvolgimento di altri artigiani del territorio. Orditigitali si ispira ai principi del “Life Cycle Design” per tutte le fasi di realizzazione dei prodotti. Questo criterio comporta una produzione attenta a minimizzare lo spreco di risorse, ottimizzando la vita dei prodotti ed estendendo quella dei materiali. In questa direzione sono in corso test case su materiali di scarto di lavorazioni di industrie tessili e la realizzazioni di manufatti che diano nuova vita a indumenti non più utilizzati e riproposti in altre forme con innesti di tessitura per disegnare e sottolineare la linea di continuità dal vecchio al nuovo.

La linea di produzione di Orditidigitali promuove e sostiene lo sviluppo green nel settore calzaturiero e della pelletteria e permette la transizione a un modello circolare. 

Il laboratorio si prefigge l’ambizioso obiettivo di diventare un hub al servizio del territorio e del contesto sociale e sostiene interventi per stimolare la crescita e promuovere la sostenibilità ambientale e socioeconomica delle aree rurali. 

La titolare del laboratorio ha l’obiettivo di mettere a sistema in un progetto di impresa esperienze e competenze per implementare un processo virtuoso e fare sintesi armonica del lavoro artigianale di tessitura, di ricerca e progettazione, di divulgazione e di un’arte che è storia, tradizione e salute per la produzione di manufatti che raccontino la bellezza del territorio con uno sguardo alla contemporaneità, sostenuta dall’uso di tecnologia che innova nei dettagli e da una scelta di materiali e processi produttivi responsabile e sostenibile.