RESET Via dell' Industria, 02010 Santa Rufina RI, Italia

COGENERAZIONE DA FONTI RINNOVABILI A ZERO EMISSIONI E RIFIUTI
IMPIANTI TERMOELETTRICI BASATI SULLA PIROGASSIFICAZIONE DELLE BIOMASSE

RESET (Renewable Energy Solutions Environmental Technology) è una start up innovativa clean-tech nata nel 2015 con l’obiettivo di realizzare innovazione nella cogenerazione da fonti rinnovabili. Dopo aver svolto un’intensa attività di ricerca e sviluppo, l’azienda introduce sul mercato Syngasmart®. Sono impianti termoelettrici basati sul processo di pirogassificazione delle biomasse, che consiste nella trasformazione di un combustibile solido (ad esempio cippato di legno) in un gas di sintesi, detto syngas, composto in prevalenza da idrogeno (H2), monossido di carbonio (CO), metano (CH4), anidride carbonica (CO2), vapore acqueo (H2O), azoto (N2). Questo gas, una volta raffreddato e filtrato, viene utilizzato in normali motori a combustione interna che trasformano l’energia chimica in esso contenuto in energia meccanica (a sua volta convertita in energia elettrica) e termica. Una soluzione integrata completamente “Made in Italy” per la produzione combinata di energia in un ciclo carbon negative privo di emissioni o rifiuti.

Le innovazioni tecnologiche alla base degli impianti Syngasmart® sono oggetto di brevettazione per invenzione industriale. Questa tecnologia è alla base dei Biomass Smart Hub, ovvero centri di raccolta per potature, sfalci, gusci e sottoprodotti derivanti dalla manutenzione dei boschi che ridotti in bricchetti rappresentano il combustibile ideale.

L’unico sottoprodotto del processo di pirogassificazione è il Biochar, ovvero carbone vegetale composto per oltre il 70% da carbonio ed è un potente fertilizzante naturale in grado di accelerare la crescita di colture agroalimentari, piante e fiori migliorando le caratteristiche dei terreni. Riconosciuto dal MIPAF come ammendante agricolo, viene reimmesso nei terreni in cui viene raccolta la biomassa per reintegrare la parte di carbonio prelevata dalla vegetazione andando così a generare un esempio virtuoso di Circular Economy.

RESET è vincitrice del terzo premio al concorso “Io Penso Circolare” indetto dal quotidiano La Stampa con il progetto “Energia per Ricostruire”, che prevede la realizzazione degli HUB di raccolta nelle zone colpite dal sisma del 2016; un progetto imprenditoriale e sociale per ridare energia ad un territorio ricco di biomassa e di aziende che operano nel settore boschivo.

Paese : Italia
Regione : Lazio
Città : Cittaducale
Attività : Prodotto circolare, Prodotto circolare
Target : B2C, B2B, B2C, B2B
Anno avvio attività : 2015
Anno riconversione : 2015

Biomass Smart Hub, ovvero centri di raccolta per potature, sfalci, gusci e sottoprodotti derivanti dalla manutenzione dei boschi che ridotti in bricchetti rappresentano il combustibile ideale. L’unico sottoprodotto del processo di pirogassificazione è il Biochar, ovvero carbone vegetale composto per oltre il 70% da carbonio ed è un potente fertilizzante naturale in grado di accelerare la crescita di colture agroalimentari, piante e fiori migliorando le caratteristiche dei terreni. Riconosciuto dal MIPAF come ammendante agricolo, viene reimmesso nei terreni in cui viene raccolta la biomassa per reintegrare la parte di carbonio prelevata dalla vegetazione andando così a generare un esempio virtuoso di Circular Economy.

I Biomass Smart Hub sono realtà pensate per essere insediate sul territorio ove ci sia ampia disponibilità di biomassa; nel caso specifico la zona di Amatrice, Leonessa, Cittareale sono territori ricchi di boschi e di aziende specializzate nella manutenzione degli stessi e nella lavorazione del legno. Si ha quindi a disposizione sia la materia prima seconda data dagli scarti di lavorazione sia il personale locale da impiegare nell’attività.