Waste4Think Seveso Viale Vittorio Veneto, 3/5, 20822 Seveso MB, Italia

ORGANIZZAZIONE FESTE SOSTENIBILI
RIDUZIONE DEI RIFIUTI DURANTE LE FESTE

Il Comune di Seveso è situato circa 22 km a nord di Milano, nella bassa Brianza. È attraversato dall’omonimo fiume Seveso, dai torrenti Certesa e Comasinella, quest’ultimo in località Altopiano. Nello stemma comunale, in basso a sinistra, è riportata l’immagine del fiume Seveso. Il Comune di Seveso confina a nord e ad ovest con il Comune di Barlassina, a nord con il Comune di Meda, a est con il Comune di Seregno e a sud con quello di Cesano Maderno, a ovest con il Comune di Cogliate.

Gli abitanti residenti al 2018 sono di 23600 circa, con una densità di 192,16 abitanti per chilometro quadrato.

Per effetto della Delibera del Consiglio Comunale n. 62 del 02/05/2019 l’assetto organizzativo dell’Ente assume la seguente configurazione, articolata su quattro Aree dirigenziali:

  1. Area Amministrazione e Bilancio: Settore Risorse Umane, Organizzazione ed IT; Settore Servizi Finanziari.
  2. Area Territorio: Settore Lavori Pubblici e Patrimonio; Settore Edilizia Privata, Urbanistica e PGT; Settore Ambiente, Ecologia e Bosco delle Querce.
  3. Area Affari Generali e Servizi al Cittadino: Settore Affari Generali e Comunicazione; Settore Cultura, Biblioteca, Sport e Tempo Libero; Settore Servizi Sociali; Settore Servizi Demografici.
  4. Area Sicurezza e Vigilanza.

Il Comune ha aderito al partenariato, come comune pilota italiano, al progetto Waste4Think “Moving towards Life Cycle Thinking by integrating Advanced Waste Management Systems” finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020, programma quadro europeo per la ricerca e l’innovazione. Il progetto, guidato dagli spagnoli di Fundaciòn Deusto (Fondazione del Politecnico di Bilbao), vede la cooperazione di altri 18 membri in 6 nazioni europee. Il partenariato italiano, è inoltre costituito dal capofila ARS Ambiente, da Legambiente Lombardia, dall’Agenzia Innova21 e Softline. Il progetto, iniziato nel giugno 2016 e della durata di 42 mesi, può contare su un 2020 budget totale di 10,5 M€ di cui 8,8 M€ finanziati dall’UE.

Paese : Italia
Regione : Lombardia
Città : Seveso
Tipo di realtà : Pubblica Amministrazione
Attività : Progetto di ricerca
Numero dipendenti : 50-249
Anno avvio attività : 1939
Anno riconversione : 2015

Tra le diverse azioni messe in campo, per il caso pilota italiano – Comune di Seveso – del progetto Waste4Think “Moving towards Life Cycle Thinking by integrating Advanced Waste Management Systems” è stata sperimentata la trasformazione delle feste cittadine in eventi sostenibili.

Il progetto delle “Ecofeste” nel Comune di Seveso è una delle azioni previste nell’ambito del Waste4Think, iniziato nel 2017 e si concluderà con la stagione estiva 2020. Come prima cosa, il Comune di Seveso, ha assegnato, a seguito di procedura aperta, la gestione degli spazi allestiti con finalità ricreativa presso l’area feste di Via Redipuglia, dove tutte le estati diverse Associazioni di volontariato sociale, ambientale e sportivo promuovono feste con produzione e distribuzione di cibo, grazie alle quali finanziano le proprie attività annuali.

L’assegnazione, aggiudicata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica – ASD Seveso, è relativa al quadriennio 2017-2018-2019-2020, nel quale il Comune si è impegnato a promuovere Ecofeste, ovvero feste popolari in cui si riduce la produzione di rifiuti mediante utilizzo di stoviglie lavabili invece di quelle usa e getta. A tal fine il Bando 2017-2020 ha previsto espressamente che l’assegnatario provveda a:

  1. realizzare nell’anno 2017 un nuovo locale lavaggio con relativi allacciamenti per il posizionamento di lavastoviglie, armadi e stoviglie lavabili (acquistati ad onere del Comune con Fondi Europei), come da indicazione dell’Ufficio Lavori Pubblici;
  2. realizzare nell’anno 2018 una tettoia nella parte posteriore della struttura adibita a cucina e con i dettagli tecnici da indicarsi a cura dell’Ufficio Lavori Pubblici;
  3. assicurare, con riferimento alle ore e alle giornate di utilizzo dello spazio, un’adeguata assistenza logistica ai fruitori nonché la presenza di due operatori per la gestione della lavastoviglie in tutte le ecofeste realizzate e la fornitura del detersivo;
  4. garantire la realizzazione di almeno un’Ecofesta per annualità del Bando, con un numero di coperti totali non inferiore a 500;
  5. comunicare agli utilizzatori che occorre corrispondere, prima della consegna delle chiavi, al Comune di Seveso l’importo stabilito dal Regolamento per l’utilizzo della tendostruttura quale corrispettivo TARI per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, nelle modalità previste dal regolamento stesso;
  6. provvedere a promuovere il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti prodotti durante le manifestazioni secondo le regole vigenti nel territorio del Comune di Seveso, in collaborazione con gli operatori incaricati dal Comune;
  7. predisporre un’area attrezzata e isolata dove conferire i rifiuti prodotti durante le manifestazioni. L’area dovrà essere altresì mantenuta in condizioni igieniche adeguate.

Le richieste di cui ai precedenti punti 1), 3), 4), 5), 6), 7) sono state soddisfatte nel 2017 ed il 31 agosto 2017 è stata realizzata la prima Ecofesta, con 650 coperti serviti. Per il suo svolgimento sono stati acquistati i primi 1500 piatti piani (1300 in arcopal e 200 in ceramica) con fondi europei; nel locale lavaggio oltre alla lavastoviglie industriale sono stati installati un piano di lavoro, un lavello e degli armadi in acciaio per il ricovero delle stoviglie. La richiesta di cui al punto 2) è stata soddisfatta nel 2018; gli impegni di cui ai punti 3), 4), 5), 6), 7) sono stati rinnovati nel 2018. In aggiunta, nel corso del 2018 sono stati acquistate le seguenti ulteriori dotazioni, con fondi europei: 2600 Piatti piani arcopal, 1000 Piattini dolce/frutta/formaggio arcopal , 2000 Bicchieri policarbonato. Sono state inoltre acquistate 1500 posate in metallo (1500 forchette e 1500 coltelli) dall’Associazione ASD Seveso, gestore dell’area feste fino al 2020. Nella stagione 2017 le posate lavabili erano state noleggiate ed utilizzate nell’ecofesta 2017 del 31.8.2017 e di tutti i 9 pranzi e cene dell’area “Crotto” della Festa Valtellinese, in cui complessivamente sono stati registrati circa 5000 coperti. Nell’edizione 2018 le posate lavabili in metallo sono state utilizzate in tutte le 9 ecofeste della stagione.

Nei 50 giorni di festa tenuti a Seveso nell’estate 2018 sono state svolte 9 ecofeste e 5 feste, per un totale di 35 eventi di ecofesta e 22 di festa: la Sagra Valtellinese, che è durata 9 giorni, si è svolta sia come ecofesta, nell’area Crotto, che come festa, nell’area tendone. In aggiunta si sono tenuti 2 pranzi, a invito, il giorno di Ferragosto, oltre al pranzo degli anziani, in cui sono stati serviti 200 coperti complessivi. La stima dei coperti totali serviti nei 59 eventi di festa è pari a 28.600.

Nell’edizione 2018 la differenziazione dei rifiuti è stata condotta in tutti i 59 eventi, tra pranzi e cene, organizzati presso l’Area Feste, coinvolgendo per il secondo anno anche Gelsia SpA, gestore comunale del servizio rifiuti, nella organizzazione differenziata dei ritiri. La raccolta differenziata dei rifiuti prodotti dagli eventi è stata resa obbligatoria all’interno del Regolamento vigente sulla promozione di feste nell’Area Feste, con e realizzata grazie a finanziamenti resi disponibili dal Progetto W4T.

I risultati sono eloquenti: nei 43 eventi monitorati dai facilitatori la raccolta differenziata media è stata del 93%, per il 41% costituita da rifiuto organico, per il 29% da vetro, per il 17% da multileggero (imballaggi in plastica e metallo) e per il 6% da carta. La differenza rispetto alla stagione 2017, nella quale era stata svolta una sola ecofesta, è rilevante: nel 2010 il 49% dei rifiuti totali pesati è stato caratterizzato da plastica e metallo. Le circa 7 tonnellate di rifiuti totali prodotti nei 43 eventi monitorati nel 2018, che se non differenziate avrebbero generato un costo di smaltimento a carico della collettività di circa 700 euro, opportunamente differenziate hanno contenuto i costi di smaltimento a circa 50 euro. Il pro-capite medio sul rifiuto totale prodotto nei 43 eventi monitorati è stato di 294 g; esso scende a 250 g, per le ecofeste e sale a 330 g per le feste. I dati per la stagione 2019 sono ancora in fase di elaborazione. 

 

L’adesione al progetto W4T è stata conseguita attraverso incontri di presentazione del progetto alle Associazioni del territorio organizzatrici di feste estive. Agli incontri si è aggiunto un supporto telefonico dedicato a risolvere i dubbi operativi, legati alle modalità gestionali richieste dal nuovo regolamento e alla prassi di differenziazione dei rifiuti. Gli elementi incentivanti per le associazioni sono stati:

  • esenzione dalla tassa rifiuti giornaliera;
  • supporto gratuito di due persone al lavaggio delle stoviglie;
  • supporto comunicativo gratuito mediante tovaglietta-sottovassoio;
  • messa a disposizione gratuita delle stoviglie e conseguente risparmio derivante dal mancato acquisto di dotazioni usa e getta.

Con l’introduzione delle eco-feste nel Comune di Seveso si è voluto dare inizio ad un percorso virtuoso che potrà autoalimentarsi negli anni a venire.

Le altre azioni progettuali hanno invece riguardato: la sperimentazione del sistema di tariffazione puntuale, la promozione dei pannolini lavabili, un concorso per famiglie virtuose e un percorso molto fitto di sensibilizzazione della cittadinanza.